Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CENNI STORICI

1740 France Jean Baptiste Simeion Chardin Young Girl with Battledore and Shuttlecock
Il Badminton ha radici antichissime; le testimonianze storiche confermano l'esistenza, fin dal I secolo a.C., di un antico gioco cinese in cui si usavano volani e rudimentali racchette. Molto popolare, il gioco inizia a "volare" e diffondersi verso terre lontane raggiungendo il Giappone, l'India, il vecchio Siam, la Sumeria fino toccare la Grecia e poi arrivare in Inghilterra. Il "volano" acquisisce dignità di disciplina sportiva nel 1860, in un castello inglese, "Badminton House", luogo da cui la disciplina prende il nome e dove vengono codificate le regole e si diffonde in tutto il pianeta.

Nel 1934 viene fondata l'International Badminton Federation (IBF) i cui membri costituenti sono: Canada, Danimarca, Inghilterra, Francia, Irlanda, Olanda, Nuova Zelanda, Galles e Scozia.

Dal 2007 l'IBF diventa Badminton World Federation (BWF).

Al giorno d'oggi il Badminton può contare su 183 associazioni affiliate alla federazione internazionale Badminton World Federation (BWF) ed è il terzo sport più praticato al mondo.

La BWF è l'organo di governo dello sport del Badminton ed ha sede a Kuala Lumpur (Malesia) e uffici a Losanna (Svizzera) e collabora attivamente per lo sviluppo del Badminton con il CIO e i Comitati Olimpici Nazionali.

Il Badminton compare in Italia negli anni '40. Nei primi anni '60, si comincia a diffondere la pratica anche se in maniera non omogenea.

Riccardo Simonetti, appassionato di Padova, crea una Federazione Italiana (1960 - 1966) che siaffilia all'IBF. Merano e Bolzano sono altri due centri vitali della propagazione dello sport del volano.

Dopo le prime apparizioni, il Badminton entra nel 1974, grazie alle intuizioni e all'opera del Cavalier Aurelio Chiappero, in una fase pioneristica. Il 16 giugno 1974 è una data storica: il Cavalier Chiappero scrive al CONI, dichiarando la sua intenzione di costituire "la Federazione Italiana del Volano - FIDV".

Nel 1976 si costituisce l'"Associazione Italiana Badminton - A.I.B", che accoglie poi lo squash, si trasforma in A.I.B.S. (Associazione Italiana Badminton Squash) e ottiene il riconoscimento della Federazione Italiana Tennis.

Nel 1977 si svolge il 1° Campionato italiano e ad aprile del 1978 (dal 9 al 15), la squadra Nazionale italiana, composta da 6 giocatori, effettua la sua prima trasferta per partecipare ai Campionati Europei a Preston, in Inghilterra. Compongono la formazione azzurra Kurt Duschek (capitano), Carlo Klammsteiner, Heinz Knabl, Walli Raffeiner, Annelies Waldner e Lida Schopf. La squadra azzurra viene inserita nel quarto girone eliminatorio insieme a Svizzera, Belgio e Portogallo. Lorenz Waldner, attualmente Consultore D'Onore, è il team manager della squadra azzurra.

Il primo Regolamento Tecnico di Gioco si stampa nel gennaio 1978, mentre un anno dopo si pubblica quello dei Campionati Italiani a squadre.

 

STORIA BAD 1

storia01

storia02

Inghilterra 1610 autoreanonimo

Foto in alto: Francia 1740 Jean-Batiste -Simeon Chardin
 
 Arazzo del 700 Villa Buri – Verona. L'affresco è attribuito a Marco Marcola.
"La partenza di Pulcinella" - Giandomenico Tiepolo 1797
Fanciullo con racchetta e volano - Inghilterra 1610 - Autore anonimo.
 
 

 

NASCE LA FEDERAZIONE 

storia03Nel 1985 inizia un nuovo periodo per il Badminton italiano, che ha nella figura del Cavalier Aurelio Chiappero un instancabile sostenitore e propulsore del movimento. Il 24 marzo di quell'anno viene approvato lo scioglimento dell'Associazione Italiana Badminton Squash - A.I.B.S., decretando la separazione dei due sport e la trasformazione dell'associazione in "Federazione Italiana Badminton - FIB", sotto il patrocinio della Federazione Italiana Tennis. Viene eletto democraticamente il primo Consiglio Federale presieduto da Aurelio Chiappero.

 

albertomiglietta5Gli anni successivi sono contraddistinti dall'impegno per fondare le basi strutturali della Federazione e assumere i requisiti necessari per essere riconosciuta Federazione effettiva del CONI e non più disciplina associata.

 

Dopo essere stato sport dimostrativo a Seul 1988 e inserito nel programma olimpico di Barcellona 1992, nel 2000 arriva il riconoscimento del CONI reso giuridicamente effettivo nel 2002 sotto la presidenza di Rodolfo La Rosa.

 

Con l'elezione di Alberto Miglietta come Presidente Federale nel 2004 inizia un'ulteriore periodo di sviluppo della FIBa.

 

Nel 2007 il torneo "Italian International", tappa del circuito di competizioni Internazionali appartenenti al Badminton Europe Circuit sin dalla prima edizione del 2000 e che assegna punti nel ranking mondiali, è riconosciuto dalla Confederazione Europea di Badminton - BE come International Challenge

 

Dal 2008 al 2013 Miglietta presiede la Confederazione Mediterranea Badminton - COMEBA e sotto il suo mandato il Badminton è inserito, per la prima volta, nel programma dei Giochi del Mediterraneo a Mersin nel 2013.

 

Nel 2009, in occasione dei Campionati Europei Juniores, viene inaugurata la casa del Badminton italiano: il PalaBadminton - Centro Tecnico Federale di Preparazione Olimpica di Milano. Il centro ospita in collegiale pernamente la Nazionale italiana e dal 2014 anche gli atleti del #ProgettoGiovani #duemila20e24. 

 

La prima partecipazione ai Giochi Olimpici è a Pechino 2008 con l'atleta Agnese Allegrini, confermata anche a Londra 2012 e a rappresentare l'Italia nei Giochi di Rio 2016 è stata l'atleta Jeanine Cicognini.

 

1976 Bad AIB

1977 Bad squash

1985 Bad FIB

1985 Bad FIB provvisorio

2009 prima

2009 FIBa SMALL

Foto a sinistra, Il Cavalier Aurelio Chiappero e a destra il Presidente Alberto Miglietta.

I loghi che hanno identificato il movimento fino ad arrivare all'attuale logo vigente dal 2009.  
 
 

PRESENZE OLIMPICHE

XXX Olimpiadi di Rio 2016: Jeanine Cicognini
XXX Olimpiadi di Londra 2012: Agnese Allegrini
XXIX Oimpiadi di Pechino 2008 : Agnese Allegrini

Pechino 2008

2008 07 07 18 00 37 AGSLa FIBa nel perseguire i suoi obiettivi istituzionali - quali la crescita strutturale tecnica e organizzativa, la promozione sul territorio ed il consolidamento del movimento agonistico - si concentra su un progetto altamente ambizioso, perseguito e desiderato da ogni Federazione sportiva: la qualificazione olimpica.

Negli anni sono diversi gli atleti Azzurri lanciati a livello internazionale, accompagnati sempre da un team tecnico di altissimo livello, cercando di intraprendere una "esperienza italiana" che nel 2008 si consacra con la qualificazione olimpica della prima atleta italiana, Agnese Allegrini, sotto la presidenza di Alberto Miglietta. L'Azzurra raggiunge la storica qualificazione nella 27^ posizione su 38 nel tabellone di singolare femminile.

Il sogno è diventato realtà!

Londra 2012

Agnese Allegrini 33esima nel ranking mondiale, rappresental’Italia ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Nell’elenco dei qualificati è al ventesimo posto delle atlete selezionate per il singolo femminile.

ANDIAMOARIORio 2016

Il 6 Maggio 2016, il sogno olimpico si realizza per la terza volta consecutiva. A centrare il traguardo di Rio 2016 è Jeanine Cicognini, numero 57 del ranking mondiale. L'atleta Azzurra, ventottesima tra le atlete che voleranno in Brasile, disputerà il singolare femminile.

 

 

 

 

 

 

Foto in alto, Agnese Allegrini durante il ricevimento del ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitanto e Jeanine Cicognini.
In basso i momenti di Pechino 2008 e Londra 2012.

PRESIDENTI E SEGRETARI FEDERALI

PRESIDENTI

ASSEMBLEA NAZIONALE 20171976 - 1989 - Aurelio Chiappero
1989 - 2004 - Rodolfo La Rosa
2004 - 19 febbraio 2017 Alberto Miglietta
2017 - Carlo Beninati 

SEGRETARI

1992 - 1993 - Vito Naio
1996 - 1998 - Massimo Di Fabio
1998 - 1999 - Antonio Zacchini
1999 - 2001 - Roberto Rea
2001 - 2003 - Gianfranco Briani
2003 - 2008 - Antonio Amatulli
2009 - 2010 - Gianfranco Briani
2010 - 2013 - Cecilia D'Angelo
2014 - Giovanni Esposito

 

 

 

 

 

Foto: Assemblea Elettiva 2012