Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

E' arrivata la prima vittoria anche per Yuri Ferrigno al Dubai Para-Badminton International in corso di svolgimento negli Emirati Arabi Uniti.

 

L'azzurro ha centrato il successo in tre set (21-16; 18-21; 21-15) in coppia con la belga Man-Kei To superando l'indiano Abu Hubaida e l'austriaca Henriett Koosz. Per passare il turno sarà adesso fondamentale battere domani gli svizzeri Marc Elmer e Cynthia Mathez.

 

Negli altri due match di oggi Ferrigno è stato invece superato due volte dall'indiano Prem Kumar Ale nel singolare maschile (21-15; 21-11) e nel doppio maschile al termine di tre set (10-21; 21-14; 21-9).

 

Vicino alla qualificazione nel singolare maschile Piero Rosario Suma che è stato fermato soltanto al termine del terzo set (21-9; 20-22; 21-12) dallo spagnolo Ignacio Fernandez. Le speranze di qualificazione di Suma adesso sono legate alla vittoria contro lo svizzero Luca Olgiati, testa di serie numero tre del seeding.

 

Link Match di Suma: https://bwfpara.tournamentsoftware.com/sport/player.aspx?id=4F133FA6-AF12-4FBE-BC85-CDB3A3D6D928&player=137

Link Match di Ferrigno: https://bwfpara.tournamentsoftware.com/sport/player.aspx?id=4F133FA6-AF12-4FBE-BC85-CDB3A3D6D928&player=50

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });