Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Carissimi amiche e amici del Badminton Italiano,

 

nell’imminenza dell’Assemblea Elettiva della nostra Federazione e dopo 12 anni di Presidenza è mio desiderio condividere con Voi alcuni miei pensieri e una importante quanto meditata decisione.

 

In questi intensi anni alla guida della FIBa, sempre in totale sintonia con i Consiglieri Federali che mi hanno accompagnato nel percorso e con cui ho condiviso indimenticabili successi e qualche delusione, ho maturato la grande soddisfazione di aver fatto crescere la Federazione, con costanza e in tutti i campi, in maniera tale che oggi posso affermare con certezza che essa è divenuta una struttura molto più grande e autonoma rispetto a chi è chiamato a rappresentarla, chiunque esso sia o fosse. Questo grazie a una serie di successi raggiunti, concreti ed obiettivi, di cui sono orgoglioso di ricordare i principali:

 

Armonia: rispetto al passato sono cessate le tensioni tra le proprie componenti, tutte ora concentrate al bene comune.

 

Olimpiadi: tre straordinarie qualificazioni e partecipazioni olimpiche, la prima in assoluto a Pechino (un “sogno” ad occhi aperti), seguita da Londra 2012 e Rio 2016.

 

PalaBadminton: la “nostra casa” ottenuta e realizzata con volontà e determinazione non comune. Un investimento significativo fatto con coraggio e con l’attenzione indispensabile di chi sa cosa e come fare senza eccessi o follie.

 

Centro Tecnico Federale: un Centro d’eccellenza assoluta conclamata dal riconoscimento ottenuto da Badminton Europe a fine 2016.

 

Team Italia: il Team che con i suoi tecnici e i suoi professionisti forma i nostri migliori atleti (i nostri “gioielli”) per condurli alle vittorie che sul campo e nella vita stanno raggiungendo.

 

Formazione: un progetto, anche residenziale, “unico” nel suo genere che anche a livello internazionale sta ottenendo incredibile gradimento..

 

Promozione: consolidamento della presenza del badminton in ambito scolastico con innovativi progetti.

 

Para-Badminton: riconoscimento come Federazione Sportiva Paralimpica da parte del Comitato Italiano Paralimpico ed avvio dell’attività promozionale / agonistica sul territorio nazionale.

 

Gruppi Sportivi Militari e Corpi dello Stato: con forza al nostro fianco per garantire non solo il presente ma anche e soprattutto il futuro dei nostri migliori atleti.

 

Organizzazione: una Federazione dotata di una struttura chiara e definita in tutti i propri settori ritenuta un esempio nel sistema sportivo italiano.

 

Segreteria Federale: il “cuore pulsante” che con passione e professionalità “rare” è riuscita a rendere fattibile e realizzabile ogni progetto ideato. Una sicurezza assoluta di cui andare davvero fieri.

 

…… e quelli qui ricordati sono solo i più evidenti successi raggiunti.

 

Sono consapevole che per essere “perfetta” la Federazione deve riuscire anche ad ottenere sul campo quei successi sportivi internazionali che, al di là delle fantastiche partecipazioni olimpiche, ancora mancano, ma proprio grazie al nostro PalaBadminton, al nostro Centro Tecnico Federale ed al nostro Team Italia anche simili successi non sono più così lontani e sono certo che i nostri giovani atleti, sui quali abbiamo fortemente investito, ci faranno sicuramente gioire.

 

Per ottenere questi risultati ho dedicato ogni possibile energia personale in ogni momento della mia giornata assumendo, con il mio Consiglio Federale e la mia Segreteria Federale, ogni responsabilità, nessuna esclusa. Come si usa dire: “Ci ho messo sempre la faccia”.

 

Ora gli impegni personali e professionali, primo fra tutti quello che negli ultimi anni mi vede in una posizione apicale in CONI Servizi, nonché il desiderio di dedicare del tempo anche a me stesso, mi hanno condotto alla difficile decisione di non ricandidarmi alla guida della nostra Federazione.

 

Non è un addio ma solo un passaggio di consegne, mettendo comunque la mia esperienza e le mie conoscenze a disposizione del nostro movimento senza esserne più il leader.

 

Nella continuità, il Vice Presidente Carlo Beninati, di cui nutro grande stima, al mio fianco nei 12 anni di Presidenza, mi ha anticipato la sua disponibilità a raccogliere il testimone.

 

Ovviamente sarà l’Assemblea Elettiva a decidere chi sarà il prossimo Presidente Federale, ma a chi sarà investito di questa prestigiosa carica consegnerò un “volano tricolore” di grande grandissima “qualità”.

 

Un forte, affettuoso ed emozionato abbraccio a tutti e un grazie di cuore per avermi consentito questa fantastica esperienza nel corso della quale ho quotidianamente sentito il vostro fondamentale, caloroso supporto, che vi chiedo voler mantenere tale anche a favore di chi mi sostituirà…perché siamo tutti componenti di un’unica, grandissima squadra!

 

Roma, 26 gennaio 2017

 

Alberto Miglietta

 

Presidente Federazione Italiana Badminton

 

 

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey="AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE"; jQuery.urlShortener({ longUrl: "http://badmintonitalia.it/news/fiba/4764-lettera-dal-presidente-federale.html", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { //alert(JSON.stringify(err)); } });