Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

In piena fase 2, quasi alla vigilia di una parziale riapertura del CTF – PalaBadminton, ospite oggi Lorenzo Pugliese per raccontarci la preparazione atletica “fatta in casa” ai tempi del Covid-19.  

9 marzo 2020 chiusura del CTF-PalaBadminton, una data che ricorderemo tutti, come ti sei organizzato per proseguire il lavoro a Distanza?

Sin dall’inizio ho ritenuto fondamentale capire la possibilità di ciascun giocatore di allenarsi all’interno delle proprie abitazioni; è stato un po’ come sbirciare nelle case per sfruttare qualsiasi spazio e poi fare una scheda personalizzata ad ognuno di loro; stessa modalità utilizzata anche con gli atleti del Para-Badminton. C’è chi aveva la palestra, chi un trampolino, chi uno spazio per correre ma l’obbiettivo era sempre lo stesso: allenare con più intensità tutte le caratteristiche fisiche. Ho mantenuto poi il contatto quotidiano con gli atleti attraverso le videochiamate. Sono riuscito, grazie a dei programmi appositi, anche a controllare la loro condizione fisica ed il loro carico di allenamento utile per preparare i programmi di lavoro simili a quelli che facevamo giornalmente al PalaBadminton.

 

Come ti aspetti di vedere gli atleti sotto il punto di vista fisico?

Sono positivo, perché grazie ai risultati analizzati mi aspetto delle buone condizioni atletiche e una forma fisica accettabile. Sicuramente riprenderemo in modo progressivo, rispettando innanzitutto gli accorgimenti sanitari, poi ci concentreremo sul carico in campo e sui movimenti specifici che non abbiamo potuto allenare, infine, in maniera graduale passeremo anche ai sovraccarichi visto che non tutti avevano la possibilità di allenarsi con dei pesi in casa. Da questo lockdown veramente drammatico, abbiamo avuto l’opportunità di allenare giornalmente la parte atletica, neanche prima, quando il virus ancora non esisteva, abbiamo mai sviluppato la forma fisica così ad alta intensità visto i tempi da dedicare quotidianamente alla parte tecnica e fisica e alle varie sessioni pre-torneo.

 

Pensi che questa crisi cambierà il Badminton del futuro?

Sinceramente spero di no, perché se siamo costretti a cambiare il Badminton in futuro vorrà dire che non abbiamo trovato il modo di sconfiggere il virus. Ma temo che ci vorrà ancora un po' di tempo prima di tornare a poter competere soprattutto a livello internazionale. Ogni nazione ha vissuto le varie fasi della crisi in momenti diversi e qualcuno si trova ancora all'inizio. Pensare quindi di riunire insieme giocatori di diverse nazioni lo vedo al momento decisamente complicato, a meno che non si trovi una cura efficace. A livello nazionale spero il Badminton torni alla normalità presto, probabilmente dovremmo abituarci a norme più restrittive a livello igienico e di distanziamento sociale e a protocolli di sicurezza rigidi.

 

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey="AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE"; jQuery.urlShortener({ longUrl: "http://badmintonitalia.it/news/fiba/7229-facciamo-il-punto-n-4-parola-a-lorenzo-pugliese,-preparatore-tecnico-atletico-degli-azzurri.html", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { //alert(JSON.stringify(err)); } });