Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

 

AREAFISCALELe novità della Certificazione Unica - La nuova Certificazione Unica, che certifica i redditi da lavoro dipendente, da pensione, redditi di lavoro autonomo e redditi diversi tra cui sono ricompresi anche i compensi erogati da associazioni e società sportive dilettantistiche nell’esercizio diretto dell’attività sportiva dilettantistica ovvero in forza di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di natura amministrativo-gestionale (anche se di importo inferiori al limite esente di € 7.500,00) contiene più informazioni rispetto all’anno scorso e “snellisce” il modello 770 Semplificato  – Dichiarazione dei sostituti di imposta -  in cui  dovranno quindi essere indicati solo i dati relativi ai versamenti e alle compensazioni dei crediti.

La certificazione Unica assume “valenza dichiarativa” dei  dati trasmessi con le certificazioni uniche, che non devono quindi più essere riportati anche nel modello 770, sdoppia in:

  • un modello “sintetico”, da consegnare al contribuente entro il 29 febbraio 2016 (in quanto il 28 cade di domenica);
  • un modello “ordinario”, da trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2016.

La parte fiscale, relativa ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, della versione “ordinaria” della Certificazione Unica 2016 diventa quindi molto più dettagliata, similmente al “vecchio” modello 770 Semplificato, specialmente nelle parti relative all’assistenza fiscale prestata nel 2015, in relazione ai conguagli derivanti dai modelli 730/2015.

La corrispondente versione “sintetica” della Certificazione Unica 2016 mantiene invece una struttura e un contenuto più simile alla Certificazione Unica dello scorso anno.

Evoluzione analoga ha subito la parte della Certificazione Unica 2016 relativa ai redditi di lavoro autonomo, alle provvigioni e ai redditi diversi.

Modalità di trasmissione della CU all’Agenzia delle Entrate 

La CU 2016 deve essere presentata esclusivamente in via telematica, direttamente utilizzando il canale Fisconline messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate o tramite un intermediario abilitato che utilizzerà il canale Entratel.

Non è pertanto possibile la presentazione della CU 2016 in forma cartacea tramite uffici postali o sportelli bancari.

È possibile inviare le informazioni relative ai dipendenti e assimilati in flussi separati rispetto alle informazioni relative a collaboratori autonomi e percettori redditi diversi (tra cui i compensi sportivi) qualora questo risulti più agevole per il sostituto

Le risposte dell’Agenzia delle Entrate

Nelle risposte fornite nel corso della manifestazione “Telefisco 2016” l’Agenzia delle Entrate ha precisato che anche quest’anno  l’invio delle Certificazioni uniche che non contengono dati da utilizzare per l’elaborazione della dichiarazione precompilata può avvenire anche successivamente al 7 marzo senza l’applicazione di sanzioni purché entro il termine di presentazione dei quadri riepilogativi del modello 770.

Grazie a questa precisazione le associazioni sportive dilettantistiche tenute a certificare esclusivamente  compensi al di sotto della “franchigia” fiscale – che non vanno indicati nel modello 730 precompilato –, o altre somme che non vanno nella dichiarazione precompilata, possono beneficiare di un tempo più lungo per la trasmissione telematica del modello di Certificazione Unica.

La proroga non vale nel caso in cui l’associazione, insieme ai redditi esenti, sia tenuta a certificare compensi per attività sportive dilettantistiche di importo superiore a 7.500,00 euro, che devono essere indicati nel modello 730.

Le novità del 770-770 Semplificato

In conseguenza di tale estensione dei dati della Certificazione Unica 2016, il modello 770/2016 Semplificato è solo composto dal:

ü  frontespizio;

ü  prospetto ST, relativo ai versamenti delle ritenute, dell’addizionale regionale IRPEF, delle imposte sostitutive e delle trattenute per assistenza fiscale;

ü  prospetto SV, relativo ai versamenti dell’addizionale comunale IRPEF;

ü  prospetto SX, contenente il riepilogo dei crediti e delle compensazioni;

ü  prospetto SY, relativo alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi e alle ritenute operate sui pagamenti mediante bonifico bancario o postale delle spese relative ad interventi di recupero edilizio o di riqualificazione energetica degli edifici, per i quali spetta la prevista detrazione d’imposta.

La scadenza per la presentazione telematica dei modelli 770/2016 è stabilita al 1° agosto 2016 (in quanto il 31 luglio cade di domenica).

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });